Posts Tagged ‘cera d’api’

Candele galleggianti da gusci di noce

January 20, 2011 - 10:54 pm No Comments
I folletti non sprecano mai niente: neanche il guscio di una noce. Sono come gli scoiattoli, loro grandi amici, che via via mettono da parte ghiande e altre squisiti semini che, un giorno, potranno mangiarsi in santa pace mentre fuori nel bosco urla la bufera.

Con i gusci delle noci i folletti fanno delle simpatiche candele galleggianti. Basta un pò di cera d’api pura, qualche guscio di noce e degli stoppini di cotone. La cera d’api viene messa a bagnomaria e poi, quando è bella liquida e trasparente, viene colata direttamente dentro il guscio della noce dove si tiene ben dritto lo stoppino…OPLA’, IL GIOCO E’ FATTO!!!

candele da gusci di noce

CURIOSITA’….

Cosa significa “bagnomaria”? Il bagnomaria è un sistema per riscaldare in modo indiretto e controllato. Per preparare un bagnomaria, si mette il composto da sottoporre al trattamento all’interno di un recipiente. Quindi si riempie di acqua una pentola più grande. Si mette il recipiente dentro la pentola e si pone quest’ultima sul fuoco del fornello.
Il calore manterrà ad ebollizione l’acqua e questa rilascerà lentamente calore al composto, in modo delicato e ben controllabile.
Questa tecnica è molto usata in pasticceria, ad esempio per preparare il torrone, i budini come il crème caramel e alcune marmellate. E’ anche usata nella cosmesi, ad esempio per preparare unguenti a base di oli naturali e cera d’api.


Cute Critters theme is designed by Thoughts.com and coded by Web Hosting Pal.